16 marzo 2019

“PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE”. Manifesto contro il nuovo razzismo

Associazione “il filo-gruppo laico di ispirazione cristiana”
CONTRO I RAZZISMI
nell’ambito delle iniziative dell’associazione
vi invitiamo a partecipare all’incontro
“PRIMA CHE GRIDINO LE PIETRE”
manifesto contro il nuovo razzismo
con
padre ALEX ZANOTELLI, comboniano
dott. PIETRO MIGLIACCIO, medico volontario
Sabato 16 marzo 2019 – ore 18.00
l’incontro si terrà presso la Sala convegni delle Suore Teatine
in Via Bernardo Quaranta, 76 – Barra (Napoli)
ALEX ZANOTELLI
“Mi diranno che faccio politica? La vita di ogni giorno è politica. Ogni nostra scelta è politica.”
Alex Zanotelli, nato a Livo (Trento) nel 1938, completa i suoi studi a Cincinnati (Usa) e, nel 1964, è ordinato sacerdote. Missionario comboniano, dal 1965 al 1978 vive in Sudan, dal 1978 al 1987 è direttore della rivista “Nigrizia”, nel 1988 arriva in
Kenya e dal 1990 al 2002 vive a Korogocho, baraccopoli di Nairobi, un’esperienza che ha raccontato nel libro autobiografico «Korogocho. Alla scuola dei poveri» (Feltrinelli 2003).
Dall’aprile del 2002 risiede stabilmente in Italia, a Napoli, nel rione Sanità, dove continua la sua battaglia dalla parte dei poveri.
Padre Alex, da sempre convinto che “Dio è schierato, è il Dio degli oppressi, degli schiavi, dei poveri”, ci racconta in questo incontro il razzismo di ieri e soprattutto di oggi, potente macchina del consenso, mettendoci in guardia dalla quotidiana distorsione dei fatti, di cui ormai siamo vittime, spesso inconsapevoli. È ora di restituire una storia ai popoli in fuga, per capire quello che sta succedendo, perché di quella storia siamo responsabili, prendendo le distanze da quanti gridano: «Aiutiamoli a casa loro», dopo che per secoli li abbiamo saccheggiati e continuiamo a farlo con una politica economica che va a beneficio delle nostre banche e delle nostre imprese.
PIETRO MIGLIACCIO
Medico napoletano, da ragazzo vive a Ponticelli in contatto con l’ambiente culturale più vivo e socialmente più attivo della periferia orientale di Napoli.
Inizia presto a coltivare la sua passione per la fotografia che successivamente diventa un mezzo per comunicare la sua vita e soprattutto la sua sensibilità verso gli altri.
Proprio questo suo interesse lo porta a trascorrere lunghi periodi in Africa negli ospedali e nei villaggi dove presta la sua missione di medico. Da questi suoi viaggi ritorna sempre più ricco e carico di umanità che documenta puntualmente con i suoi scatti fotografici.
Nell’incontro che faremo ci farà vivere il viaggio dei migranti, che fuggono dalla cruenta guerra civile che insanguina il Sud Sudan, dove da volontario ha svolto parte della sua professione medica, e che, dopo aver attraversato il deserto del Sahara, arrivano sulle coste della Libia.
Da qui ripartono su imbarcazioni di fortuna che troppo spesso non riescono a raggiungere le coste italiane e maltesi.
Lo ritroviamo ancora a Lampedusa pronto a dare i primi aiuti sanitari ai naufraghi che qui giungono.

   Home | Link consigliati | Multimedia

Blog lungo la via

Il Blog

di Luigi Accattoli

Cerco solo di capire

Blog di Giancarla Codrignani

Come se non

Blog di Andrea Grillo

A sinistra da cristiani

Blog di Raniero La Valle

Il Romano Osservatore

di Marco Politi
Per la liberazione, la giustizia e la pace
Banning poverty Stopo TTIP Campagna italiana contro le mine Sbilanciamoci