- Viandanti - https://www.viandanti.org/website -

“Dove c’è lo Spirito del Signore c’è libertà” (2Cor 3, 17)
Veglie ecumeniche per il superamento dell’omotransbifobia

Data: 6 Giugno 2022

Dal 2007 in tutto il mondo le comunità cristiane e i cristiani LGBT si mobilitano in occasione del 17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia (IDAHOT), per ricordare le vittime della violenza dell’omo/bi/transfobia affinché la nostra società e le nostre chiese sappiano fare spazio a tutti, per diventare “sempre più santuari di accoglienza e sostegno verso le persone LGBT e verso ogni persona colpita da discriminazione”.

Dove c’è lo Spirito del Signore c’è libertà” (2Cor 3, 17) sarà l’invito che quest’anno unirà, da domenica 15 maggio a martedì 6 giugno 2022, le tante veglie ecumeniche e i culti domenicali in cui si pregherà per il superamento dell’omotransbifobia che avranno luogo in tante parrocchie cattoliche e chiese evangeliche sparse in tutt’Italia, in Spagna, in Francia, a Malta e in Olanda.

Il lungo viaggio delle veglie, che uniranno tante città e paesi d’Europa, inizierà DOMENICA 15 maggio 2022 con diversi momenti simbolo di questo cammino: con la veglia per il superamento dell’omotransfobia che si svolgerà in OLANDA nel Foreestenhuis della città di Hoorn; con i Culti domenicali per il superamento dell’omotransfobia tenuti ad Albano Laziale (Roma) dalla Comunità Evangelica Ecumenica dell’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia e a Rimini dalla comunità valdese di Rimini-Romagna-Pesaro-Urbino col Narciso e Boccadoro, storico gruppo di gay e lesbiche credenti di Romagna e Marche; a Napoli con la Veglia serale di preghiera per il superamento dell’omofobia, della transfobia e dell’intolleranza organizzata da Ponti da Costruire, il gruppo di cristiani LGBT della Campania, nella Basilica cattolica di San Pietro ad Aram che, secondo la tradizione, custodisce l’altare su cui pregò san Pietro durante la sua permanenza nella città Napoletana; in contemporanea con la veglia ecumenica di preghiera di Amsterdam (Olanda) che avrà luogo nell’imponente chiesa gotica evangelica dell’Oude Kerk (chiesa Vecchia), dove Ivan Savchenko porterà la sua testimonianza di cristiano LGBT dell’Ucraina, in fuga dalla guerra e dalle discriminazioni.

Le veglie punteggeranno tutto il mese di maggio ed avranno una moltiplicazione il 17 maggio, nella giornata internazionale contro l’omofobia, tra queste segnaliamo: la veglia ecumenica organizzata nella chiesa parrocchiale di Gazzera (Venezia) da TuttiFiglidiDio, gruppo di genitori cristiani con figli LGBT, insieme alla chiesa Valdese di Venezia e la parrocchia di S. Maria Ausiliatrice; la veglia cattolica nel Centre Ecuménique Saint-Marc a Grenoble (Francia); la preghiera di commemorazione che avrà luogo a Malta; la Veglia di preghiera e testimonianza per il superamento dell’omotransfobia, fruibile in presenza e on line, organizzata a Montesilvano (Pescara) nella parrocchia cattolica del Carmelo da SIAMO TUTTI “PEZZI” UNICI, gruppo di genitori credenti con figli Lgbt+, con il supporto dell’Arcidiocesi di Pescara-Penne; la veglia ecumenica di Palermo, che anche quest’anno vede insieme parrocchie, associazioni, istituzioni e credenti LGBT; si veglierà inoltre anche nella Chiesa parrocchiale di Santa Maria del Rosario di Parma, nella parrocchia della SS Trinità a Napoli e nel Tempio Valdese di corso Vittorio Emanuele II a Torino.

Inoltre il 19 maggio a Madrid (Spagna) una VIA LUCIS di preghiera “illuminerà le tenebre” e ricorderà le vittime dell’LGTBI-fobia e farà tappa in diversi luoghi simbolici della città; mentre a Milano il 20 maggio una Fiaccolata di preghiera per le vittime dell’omofobia e della transfobia partirà dal Tempio Valdese e si concluderà nella chiesa cattolica di Santa Maria della Passione; mentre nelle stesse ore a Siviglia (Spagna) diversi cristiani LGBT, associazioni e congregazioni cattoliche cittadine veglieranno in preghiera nella Parrocchia cattolica di San Jacinto “por un mundo sin LGBTI-fobia” (Per un mondo senza LGBTI-fobia)

Il cammino delle veglie, dopo aver fatto tappa in diverse parrocchie a Genova, Parma, nei templi valdesi di Firenze, di Lucca, nella chiesa evangelica Battista di Cagliari e in quella di Milano in via Pinamonte, si concluderà il 9 giugno 2022 con la veglia di preghiera per il superamento dell’omotransfobia che avrà luogo nella Parrocchia cattolica dei Dodici Morelli (Ferrara), dove porteranno la loro testimonianza anche una coppia di genitori cattolici con figlio gay, protagonisti del libro a più voci “Genitori Fortunati. Vivere da credenti il coming out dei figli LGBT+” (editrice Effatà, 144 pagine).

Anche quest’anno veglieremo “per (ricordare) quelli che sono caduti, per chi chiede diritti, per chi vuole essere se stesso, per chi vuole giustizia e un posto nel mondo”, come ricorda il video delle veglie 2022 realizzato dall’artista e grafico italiano Alessandro Previti e dall’associazione cristiana La Tenda di Gionata col supporto della Commissione Fede, Genere e Sessualità delle chiese Battiste, Metodiste e Valdesi (BMV), dal Global Network of Raimbow Catholics, dall’European Forum of LGBT Christian Group, dal Progetto Gay Christian Africa e dall’associazione ecumenica inglese OneBodyOneFaith.

Dal 2013 ad oggi sono 1.384 le vittime dell’omotransfobia registrate in Italia, di cui 148 già quest’anno come ci ricorda il REPORT DELL’OMOFOBIA IN ITALIA DA MAGGIO 2021 A APRILE 2022″, curato da Massimo Battaglio, che con grafici e dati divisi per città, mese per mese, mostra gli agghiaccianti dati delle violenze omotransfobiche in Italia, consultabile su omofobia.org/, mentre delle infografiche sul fenomeno saranno disponibili sulla pagina Facebook di DaVoceAlRispetto.

Per informazioni sulle veglie di preghiera e i culti domenicali per il superamento della violenza dell’omotransfobia che avranno luogo in Italia, Francia, Spagna e Olanda basta cliccare sul link https://inveglia.wordpress.com/ o su https://www.gionata.org/category/in-veglia/ , per segnalare una veglia o un culto domenicale scrivere a gionatanews@gmail.com . E tu veglierai con loro?

> DOVE SI VEGLIERA’ IN ITALIA, FRANCIA, OLANDA, SPAGNA E MALTA (elenco in costante aggiornamento)