Home > La Rete > Chi è in Rete > SOSTENERE, NON SOPPORTARE (ESSENONESSE) / Bologna

SOSTENERE, NON SOPPORTARE (ESSENONESSE) / Bologna

1. Breve storia
La gestazione remota è di lungo periodo: un gruppo già attivo negli anni ’90, nel quale si era consolidata la consuetudine di un confronto, non sistematico e informale, attorno a temi di attualità ecclesiale e-o politica.
Da tempo si valutava la possibilità di una “uscita”pubblica mediante incontri in sede altra da quella domestica o parrocchiale, e mediante un foglio periodico. Scopo: allargare ad altri il confronto sulle forme della “communio” ecclesiale e della comunità civile e politica; inquadrandole, specificamente, nel nostro contesto bolognese.
L’anno di nascita di ESSENONESSE può coincidere con quello del primo incontro pubblico, il 7 marzo 2009.
Non esiste un “fondatore”, che non sia la lunga “conversazione” e un frastagliato rapporto amicale praticato per anni.

2. Aspetti istituzionali
Si tratta di un gruppo spontaneo, tendenzialmente paritetico e dai contorni fluidi. Una parte di coloro che inizialmente avevano condiviso l’obiettivo ha preso altre strade, qualcuno si è aggiunto col tempo.
Finora non ci si è costituiti in associazione e non esiste uno statuto. La forma del gruppo è assolutamente “leggera”, anche se il piccolo team di redazione ha una relativa maggiore stabilità. Si riunisce solitamente una volta al mese.

3. Finalità prevalenti
Difficile sintetizzarle: una parola chiave è sicuramente, da principio, la partecipazione” (od anche la mancata o difficoltosa partecipazione) in sede tanto civile e politica quanto di comunità ecclesiale.
Gli editoriali della Newsletter (http://essenonesse.wordpress.com/giornalino/) tracciano, nella loro sequenza, il segnavia .
Importante lo slogan adottato, da Magdeleine Delbrel: “Sostenere, non sopportare”: andare oltre la sopportazione o la rassegnazione, sostare insieme e sostenerci insieme, fra diversi, per saperci collocare, come scrivemmo nel primo editoriale, con dignitosa consapevolezza nel nostro tempo; e per coltivare coscienze capaci, anche nel piccolo, di pensare e costruire la “polis”, a partire dallo spazio concreto e prossimo del territorio bolognese.

4. Attività e strumenti
Nessuno dei componenti il gruppo ha in questo la sua principale attività. Molti gli incroci con altre realtà, locali o meno, ecclesiali o socio-assistenziali o politiche in senso lato, per cui alcune attività che vedono impegnati i membri di ESSENONESSE sono condivise con altri gruppi o agenzie formative.
In sintesi, comunque, il gruppo ha il suo strumento di comunicazione principalmente nella Newsletter che esce 4 o 5 volte all’anno, e può chiedere contributi a singoli su temi specifici.
Accanto a ciò, esiste dall’inizio un progetto, “COLLOQUI”, teso a sedimentare, in alcune lunghe video-interviste, la memoria di personaggi significativi della realtà bolognese che abbiano attraversato – in una prospettiva non localistica – stagioni e situazioni rilevanti della nostra storia. Finora abbiamo realizzato tre filmati, in collaborazione con giovani professionisti locali, e ci auguriamo di proseguire, qualora si riesca a reperire un minimo di finanziamenti.
Infine, quando possibile, si sono fatti alcuni incontri in sede “pubblica”, presso sedi di quartiere o altro, le cui risultanze sono poi state riprese dalla Newsletter.

5. Referenti
Ferdinando Conti e Alessandra Deoriti
E-mail: condivisione.pensieri@gmail.com

Blog/Sito: http://essenonesse.wordpress.com/

[aggiornato al 15.2.2013]