COSTITUZIONE, CONCILIO E CITTADINANZA: CATTOLICI DEMOCRATICI IN RETE

Angelo Bertani Dopo vari incontri preparatori si tiene a Roma, alla Domus Pacis (19 e 20 novembre) un incontro di confronto e di progetto sotto il segno di tre parole: Costituzione, Concilio, Cittadinanza. La speranza è di avviare una rete di dialogo e di collegamento tra cattolici e democratici, a partire dal nucleo di quelli che si riconoscono appunto nel cattolicesimo democratico. Anche i cattolici sentono che qualcosa di intimo e profondo e vitale è a rischio. “Un mondo nuovo si elabora” In questi giorni mi sono riletto quello che scriveva Andrea Trebeschi, testimone del Vangelo e della libertà a Brescia durante il fascismo e la resistenza. Sono parole del 1943, due anni prima di morire nel campo di Gusen-Mauthausen: «Se il mondo fosse monopolio dei pessimisti», scriveva Trebeschi, «sarebbe da tempo sommerso da un nuovo diluvio; e se oggi la tragedia sembra inghiottirci, si deve alla malvagità di alcuni, ma soprattutto all’indifferenza della maggioranza. Il simbolo di troppa gente non ebbe, fin qui, che due articoli:  1) “non vi è nulla da fare”;  2) “tutto ciò che si fa non serve a nulla”. Quel che importa è che ognuno, secondo le proprie possibilità e facoltà, contribuisca di persona alle molte iniziative di bene, spirituale, intellettuale e morale. Un mondo nuovo si elabora. Che sia migliore o ancor peggio, dipende da noi». Il risveglio del mondo cattolico Ecco, mi sembra che oggi ...

Leggi tutto