Tuttomondo, il murales di Haring a Pisa

GUARDARE ALLE RADICI DELLE DIFFERENZE
PER SUPERARE I CONFLITTI

Italo De Sandre

Stiamo leggendo con interesse quello che viene detto e scritto su chiesa cattolica e pandemia, sull’avvio non facile del sinodo italiano, su ciò che di recente ha detto anche il convegno dei teologi italiani sul rapporto tra teologia e ‘pubblico’ (che riguarda la vita di tutti) per imparare e non solo insegnare.

Avere occhi e non voler vedere? Riflessioni su problemi importanti, su cui esistono differenze di opinioni anche numericamente consistenti, registrate in alcune indagini sulla chiesa e sulla religiosità.

Si verificano contraddizioni, si parla di frammentazione identitaria, ma è evidente che di fronte a ciò non è sufficiente riconoscere - quasi con amara sorpresa - che ci sono separazioni tra opzioni di fede ed opzioni politiche. Si dovrebbe prendere atto piuttosto che si fanno pochi passi per cercare le radici delle opinioni e delle azioni così evidentemente diverse e diversamente amplificate sui più diversi canali di comunicazione.

Non si può concepire un cammino sinodale senza il coraggio ed anche la serietà e serenità di dare un nome alle radici di quelle differenze non per accusare ma per capire, per esplorare a più voci, da punti di vista diversi ma argomentati, una società e una chiesa cambiate anche là dove si sono bloccate. Avere occhi e non vedere potrebbe essere non voler vedere?

Per aprire una piccola finestra vorrei proporre alcune piste di osservazione e comprensione della realtà sociale prendendo spunto da ricerche non socio-religiose di alcuni anni fa ...

Leggi tutto

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici da parte nostra. [ info ]

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi